Bimbo morto di Otite a 7 anni: “Il Medico ci diceva che all’ospedale rischiava la sordità”

Bimbo morto di Otite a 7 anni: “Il Medico ci diceva che all’ospedale rischiava la sordità”.

Sono le parole che il dottor Massimiliano Mecozzi avrebbe detto ai genitori del piccolo Francesco Bonifazi, il bambino di 7 anni di Cagli morto il 27 maggio del 2017 per una otite bilaterale non curata se non con rimedi omeopatici prescritti dal dottor Mecozzi. A riferirlo è stata in tribunale ad Ancona la zia del bambino, Aurora Olivieri, la sorella della mamma di Francesco.

Mecozzi, a detta di Aurora, sosteneva che “in ospedale si muore per i farmaci non per la malattia” e che se il bambino andava lì gli avrebbero “tolto un sacco di sangue e somministrato tachipirina e antibiotici che portano alla sordità”. Febbre alta, vomito, erano tutti “sintomi normali” che avevano sviluppato anche altri malati avuti già in cura da lui perché era una reazione al virus che solo così “poteva essere sconfitto”.

Il processo prosegue.

Leave a Response