Covid nelle Marche: 299 nuovi positivi. Da lunedì 26 la regione torna gialla: ecco cosa si può fare

Covid nelle Marche: 299 nuovi positivi. Da lunedì 26 la regione torna gialla: ecco cosa si può fare

Covid nelle Marche: 299 nuovi positivi. Da lunedì 26 la regione torna gialla: ecco cosa si può fare

I Dati. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4274 tamponi: 2323 nel percorso nuove diagnosi (di cui 624 nello screening con percorso Antigenico) e 1951 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 12,9%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 299 (48 in provincia di Macerata, 88 in provincia di Ancona, 59 in provincia di Pesaro-Urbino, 46 in provincia di Fermo, 49 in provincia di Ascoli Piceno e 9 fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (49 casi rilevati), contatti in setting domestico (93 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (81 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (11 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (3 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (7 casi rilevati), screening percorso sanitario (1 caso rilevato). Per altri 54 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 624 test e sono stati riscontrati 37 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%.

Da lunedì 26 la regione torna gialla: ecco cosa si può fare.

SPOSTAMENTI. Con il nuovo decreto del governo anche nelle Marche da domani è possibile spostarsi liberamente all’interno della regione. Non solo: è anche possibile spostarsi da una regione all’altra , purché entrambe siano in zona gialla.

VISITE. Da domani e fino al 15 giugno chi vive in zona gialla può andare a trovare amici oppure parenti nella regione una sola volta al giorno e nelle ore fuori dalle restrizioni imposte con i coprifuoco: ci si può muovere in quattro persone, oltre ai minori e alle persone disabili o non autosufficienti che facciano parte dello stesso nucleo familiare.

SECONDE CASE. È consentito nella zona gialle andare nelle seconde case. La vera novità è costituita dal fatto che si potrà andare anche con parenti e amici: al massimo in quattro persone. Sarà sempre consentito raggiungere le seconde case anche se queste si trovano in fascia arancione o rossa, a patto che non vi siano ordinanze regionali diverse da tenere d’occhio, per non rischiare di dover pagare sanzioni.

NEGOZI. In zona gialla, anche se in questo caso rinforzata, sono aperti tutti i negozi. Restano aperti anche i centri commerciali, dal lunedì al venerdì.

SCUOLA. Da domani e fino alla fine dell’anno scolastico si torna in classe anche nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado). In zona gialla la presenza dovrà essere garantita tra il 70 e il 100%.

UNIVERSITÀ. Per quanto riguarda l’università, sempre da domani al 31 luglio nelle zone gialle e arancioni le attività si svolgono prioritariamente in presenza.

RISTORANTI E BAR. Aprono da domani anche tutte le attività di ristorazione marchigiane, comprese quelle secondarie, stagionali e temporanee. Bar e ristoranti potranno servire al tavolo i clienti ma solamente all’esterno e si potrà anche cenare, sempre all’aperto e stando attenti a rispettare l’orario del coprifuoco che inizia alle 22.

SPETTACOLI. Riaprono al pubblico in zona gialla cinema, teatri, sale concerto, live club. È necessario che ci siano posti a sedere preassegnati e una distanza di un metro l’uno dall’altro. La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto. Dal lunedì al venerdì sono aperti anche i musei.

SPORT. Nel rispetto delle linee guida vigenti è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto.

COPRIFUOCO. È possibile spostarsi dalle 5 alle 22.

Leave a Response