Notte di lavoro per i Carabinieri: intrusione “alcolica” in una trattoria a Palombina e diverse sanzioni Covid

ANCONA – Hanno forzato sabato notte la porta sul retro di una trattoria di Palombina, tra Ancona e Falconara, per portare via alcune bottiglie di costosi liquori. Un colpo in parte sventato dai Carabinieri della Tenenza di Falconara, con i colleghi del Norm di Ancona, dopo la segnalazione del proprietario che aveva ricevuto, tramite cellulare, la notifica di una possibile intrusione, attraverso il sistema di allarme. Sul posto i militari hanno trovato i segni di effrazione e poi le bottiglie lasciate all’esterno. Poco lontano i Carabinieri hanno identificato due ragazzi giovani, già gravati da piccoli precedenti e sono in corso riscontri per capire se siano gli autori dell’intrusione “alcolica” nel locale.

Si tratta di uno dei servizi svolti, nella notte di sabato dai Carabinieri del Norm di Ancona, guidati dal capitano Vittorio Tommaso De Lisa, su strada con un massiccio dispiegamento di forze e 13 pattuglie che hanno portato a diverse sanzioni. Poco prima del coprifuoco delle 22 in largo della pesca doppia sanzione, per ubriachezza molesta e per la mancata mascherina due uomini di origine polacca di 30 e 38 anni. Poi è scattata una serie multe dopo il coprifuoco: c’è chi ha raccontato di essere uscito per comprare le sigarette e chi ha usato la scusa di dover fare bancomat per sfuggire alla sanzione da 400 euro (ridotta a 280 euro se pagata entro 5 giorni). Ma c’è anche chi semplicemente ha detto “Sto facendo una passeggiata”: il candore della risposta non ha salvato un quarantenne, originario di Siracusa, trovato a spasso di notte in via Cristoforo Colombo. 

Leave a Response