Covid nelle Marche: 490 nuovi casi. Saltamartini su Facebook: “Astrazeneca consigliato agli over 60”. Oggi arriva Figliuolo

Covid nelle Marche: 490 nuovi casi.  Saltamartini su Facebook: “Astrazeneca consigliato agli over 60”. Oggi arriva Figliuolo

I dati. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 5589 tamponi: 2828 nel percorso nuove diagnosi (di cui 804 nello screening con percorso Antigenico) e 2761 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 17,3%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 490 (91 in provincia di Macerata, 149 in provincia di Ancona, 152 in provincia di Pesaro-Urbino, 20 in provincia di Fermo, 63 in provincia di Ascoli Piceno e 15 fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (65 casi rilevati), contatti in setting domestico (155 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (153 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (9 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (2 casi rilevati), contatti rilevati in setting assistenziale (6 casi rilevati), screening percorso sanitario (1 caso rilevato).

Per altri 99 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 804 test e sono stati riscontrati 50 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%.

Saltamartini su Facebook: “Astrazeneca consigliato agli over 60”. L’Assessore alla sanità della Regione Marche Filippo Saltamartini è intervenuto questa mattina attorno alle 6:45 sulla questione Astrazeneca, chiarendo la posizione della Regione Marche sulla sua bacheca facebook: “Buon giorno a tutti. Ieri sera ho postato la notizia – in tempo reale- delle decisioni del Ministero sui limiti di utilizzo di Astra Zeneca – “consigliato” solo per le persone con più di 60 anni- per evitare che altre notizie potessero essere diffuse senza una base di realtà. Le stesse vostre preoccupazioni – quelle postate questa notte – le avevo esplicitate ieri sera ai Ministri Gelmini e Speranza ed ai tecnici del Ministero della salute, quest’ultimi che dovrebbero essere competenti (ed io credo che sono competenti) a dare delle spiegazioni. E’ evidente che la macchina organizzativa della somministrazione, di cui mi occupo e di cui sono responsabile, risente di questo stop and go: prima il siero è buono fino a 55 anni; poi fino a 65; poi per tutti salvo che le persone non abbiano malattie particolari. Oggi si dice che è “consigliabile” per le persone con oltre i 60 anni.

“Consigliabile” nella scienza giuridica e nella sicurezza sociale ha una declinazione opinabile. E’ per questo che il Ministro Speranza si è impegnato – su specifica richiesta delle Marche e delle altre Regioni- ad emanare una circolare entro oggi. Cio’ che deve essere spiegato a tutti e’ :
1) le persone che hanno fatto la 1 dose di AstraZeneca fanno il richiamo con lo stesso sieri ? Ieri sera hanno detto di si.
2) Il personale dei servizi pubblici (scuola, sicurezza e soccorso pubblico) che avevano iniziato la vaccinazione prima di over 80 e delle persone fragili devono essere vaccinate con Pziezer e Moderna completando tutto il target anche prima del sistema delle fasce d’età ?
3) la scala delle priorità nella vaccinazione che prevede dal 10 marzo scorso la copertura di over 80 e dei fragili, come priorità su tutte le priorità, come si concilia con la scarsità in propsettiva di Pfizer e Moderna (in prospettiva perchè in questi giorni c’è una grande quantità di Pfizer) ?
Ecco a tutte queste risposte che voi cittadini ci chiedete, neppure le Regioni sono in grado ORA di rispondere.
Ed è essenziale conoscere queste risposte per un principio di parità di trattamento dei cittadini di tutta la Repubblica.
Non si accusi poi le Regioni di aver vaccinato gli avvocati piuttosto che i disabili, solo per fare un esempio della polemica politica delle ultime settimane.

Figliuolo nelle Marche. Il caos Astrazeneca proprio nel giorni dell’arrivo dei massimi vertici dell’emergenza Covid oggi nelle Marche.  Il Commissario straordinario, gen. Francesco Paolo Figliuolo, e il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, oggi sono nelle Marche. Parteciperanno, alle ore 10, all’inaugurazione del nuovo punto vaccinale di Piediripa di Macerata, in Via Teresa Noce. Ci saranno il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, l’assessore alla Sanità regionale Filippo Saltamartini e il prefetto di Macerata Flavio Ferdani. A fare gli onori di casa il sindaco Sandro Parcaroli.

Alla realizzazione del centro vaccinale di via Noce 22, alla cui realizzazione hanno contribuito anche UniCredit Leasing, Fondazione Carima e Gruppo Lube. Successivamente, alle ore 11.15, visiteranno il punto vaccinale di Ancona allestito presso l’impianto sportivo Paolinelli di Via Schiavoni”, sempre accompagnati da Acquaroli e Saltamartini. La visita procederà a Palazzo Raffaello di Ancona, sede della Regione Marche, dove si terranno incontri con la Giunta regionale e i prefetti delle Marche.

Leave a Response