Zona arancione, riaprono i negozi: “Decreto sostegni inutile” – VIDEO

ANCONA – Tra chi pulisce le vetrine e chi toglie la collezione invernale rimasta addosso ai manichini, con il passaggio delle Marche in zona arancione riaprono le attività commerciali chiuse dal 6 marzo nelle province anconetana e maceratese per il passaggio in rosso. Colore che poi nel giro di 10 giorni si è esteso a tutta la regione.

Una ripartenza per negozi, centri estetici e parrucchieri e anche per i mercati non alimentari, ma con il limite degli spostamenti tra comuni, salvo per chi risiede in un centro con meno di 5.000 abitanti. In quel caso è infatti possibile muoversi entro un raggio di 30 km dal proprio comune di residenza, ma non sarà comunque possibile andare a fare shopping in una città capoluogo.

Dopo un mese di stop ora l’augurio è di non dover chiudere di nuovo, sperando che i clienti e le merci arrivino.

Leave a Response