Scampò all’omicidio della moglie, morto Italo Giuliani

Si è spento ieri sera presso l’ospedale di Fabriano, all’età di 75 anni, Italo Giuliani. Molto noto in città quale presidente della Polisportiva Libertas, era malato da tempo.

Lo scorso 3 luglio era scampato all’aggressione di un giovane vicino, Michel Santarelli, che dopo essersi introdotto in casa sua lo aveva ferito gravemente e aveva ucciso sua moglie Fiorella Scarponi. Giuliani lascia tre figlie: Tiziana, Marta e Ilaria.

Lo ricorda, oggi, il sindaco di Jesi, Massimo Bacci, quale “indiscussa figura di riferimento dello sport di Jesi per lunghi decenni. Con passione, impegno e dedizione Italo ha guidato la Polisportiva Libertas, la sua seconda casa, coinvolgendo intere generazioni di jesini in un progetto che, accanto all’attività sportiva, ha saputo coniugare la crescita integrale di ragazze e ragazzi. Ha lasciato la Libertas in mani solide per continuare come società di punta la preziosa opera formativa in particolare rivolta verso i giovani. Resterà di Italo Giuliani il limpido esempio di un uomo di sport a cui la città tutta deve essergli riconoscente”.

Leave a Response