“Sì a chiusure mirate”, Acquaroli oltre le zone di colore – VIDEO

Acquaroli: "Le Marche al 4° posto in Italia per vaccini somministrati". Stasera sapremo il colore che scatta Lunedì

ANCONA – Arrestare l’avanzata del virus e il diffondersi delle varianti, inglese e brasiliana. E’ il senso dell’ordinanza firmata dal presidente Acquaroli con la quale da oggi, martedì 23 febbraio, 20 comuni della Provincia di Ancona sono in fascia arancione. E le Marche, gialle, tornano a rischio cambio fascia in vista del consueto monitoraggio settimanale della cabina di regia del Ministero della Salute.

L’ordinanza di Acquaroli invita all’applicazione della didattica a distanza nelle scuole in cui si registrino focolai. Sarà argomento dell’odierno confronto tra i sindaci arancioni dell’Anconetano quello di applicare una strategia univoca senza i ‘fai da te’ condannati dalla presidente Anci Marche Mancinelli.

Le Regioni hanno avanzato al nuovo Governo un documento con alcune proposte di modifica alla strategia per arginare il Covid (chiusure mirate, riaperture dove si può e ristori) in vista del decreto legge che subentrerà al Dpcm attuale, in scadenza il 5 marzo.

Parallelamente alla lotta contro i contagi, la Regione ha cominciato da sabato scorso quella della vaccinazione Over 80, nonostante le forniture delle dosi siano centellinate dalle case produttrici.

Leave a Response