Oggi positivo il 9% del test effettuati, scendono i ricoveri ma oggi altre 10 vittime

I dati sul contagio del Servizio Salute della Regione Marche.

ANCONA – Dopo il monitoraggio del venerdì della cabina di regia al Ministero della Salute come era stato annunciato, le Marche restano in zona arancione per un’altra settimana insieme a gran parte delle regioni Italiane. Le  regole fissate dai Dpcm vogliono che si resti almeno due settimane in un colore prima di poter passare a misure meno pesanti. Scende sotto l’1 l’indice di contagio medio italiano e la situazione nelle Regioni è in miglioramento ovunque. 

Le vittime. Oggi si registrano altri 10 decessi nelle Marche: si tratta di 3 uomini e 7 donne, tutti con patologie pregresse, di età compresa tra i 72 e i 97 anni. Il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza è di 1874 persone.

La situazione ospedaliera. Boom di dimessi, 45, nelle ultime 24 ore. In calo i ricoveri negli ospedali delle Marche: in corsia per il Covid-19 ci sono attualmente 626 persone, 8 in meno della giornata di ieri. Sono 77 coloro che vengono curati nei reparti di rianimazione (-2 rispetto a ieri). Venti le persone che attendono al pronto soccorso.

La Regione: “Da domani nuovi posti in terapia intensiva”. Da domani i posti di terapia intensiva a disposizione del servizio sanitario regionale saranno 237 e garantiranno una maggiore disponibilità per i pazienti marchigiani e una diminuzione del parametro con cui si calcola l’indice Rt per la classificazione delle Regioni nelle zone gialla, arancione o rossa. Nella Palazzina F del Presidio San Salvatore di Pesaro sono stati completati i 17 posti che mancavano per l’applicazione del decreto legge 34 del maggio 2020. “Fondamentale per garantire parametri di sicurezza sanitaria rilevanti – ha affermato l’assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini – Dal 19 ottobre, dalla nomina della nuova Giunta, i posti letto di terapia intensiva sono stati portati da 115 a 237 con un importante lavoro corale svolto da tutti i funzionari e dirigenti del Servizio sanitario regionale che devono essere ringraziati per l’impegno profuso in questa seconda ondata”.

Il contagio. Nelle Marche nelle ultime 24 ore è risultato positivo il 9%, ovvero 397 dei 4398 tamponi effettuati nel percorso delle nuove diagnosi tra tamponi molecolari (191 positivi su 1565 test, incidenza del 12,2%) e antigenici rapidi (206 positivi su 2833 test, incidenza del 7,2%). Questi ultimi dovranno essere nuovamente testati nel percorso ufficiale dei tamponi molecolari. 

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 83 in provincia di Macerata, 147 in provincia di Ancona, 109 in provincia di Pesaro-Urbino, 11 in provincia di Fermo, 31 in provincia di Ascoli Piceno e 16 fuori regione. Dei casi positivi ha sviluppato sintomi da Covid-19 l’11,5% dei casi totali, ovvero 46 persone. 

Lo screening “Marche Sicure”. Quasi 200 mila persone si sono sottoposte da fine dicembre allo screening di massa della regione, attraverso il quale sono stati scoperti  1.054 positivi asintomatici con un’incidenza dunque dello 0,5%. L’operazione prosegue, nel link tutte le info, i comuni, la logistica https://www.regione.marche.it/operazionemarchesicure

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response