Bar e ristoranti, Polacco: “Protesta nel rispetto della legge” – VIDEO

ANCONA – L’aumento dei contagi e dei ricoveri ancora una volta non gioca a favore del settore della ristorazione, che potrebbe essere soggetto a un nuovo giro di vite con lo stop all’asporto dopo le 18:00 per i bar. Stop che sembra sarà messo nero su bianco sul nuovo dpcm in vigore dal prossimo 16 gennaio.

Una decisione a cui potrebbe aggiungersi il rischio per le Marche di un nuovo passaggio in fascia arancione a partire dal prossimo week end, con conseguente chiusura al pubblico e ritorno al solo asporto per bar e ristoranti. Ma per la conferma di questo secondo passaggio si dovranno attendere i dati sull’andamento epidemiologico divulgati venerdì prossimo.

Una situazione che mina un settore provato da un anno difficile con continui stop and go e dove nascono iniziative di protesta con la minaccia di “disobbedienza civile” e l’apertura dei locali anche oltre le 18. Come #ioApro1501 voluta dal ristoratore pesarese Umberto Carriera che insieme ad altri colleghi sparsi sul territorio nazionale conta di tenere aperti i propri locali anche a cena venerdì 15 gennaio.

Leave a Response