Natale rosso, la rabbia di baristi e ristoratori: “Presi in giro” – VIDEO

ANCONA – L’indecisione del Governo accende la rabbia degli esercenti dei servizi di ristorazione. Se a inizio dicembre infatti con il passaggio in zona gialla delle Marche le attività tiravano un sospiro di sollievo guardando a un mese che li vedeva aperti per tutto il periodo festivo giorni rossi compresi, ora il nuovo cambio di passo del Governo azzera le prenotazioni.

Stando alle indiscrezioni l’orientamento che emerge dovrebbe prevedere dal 24 dicembre al 6 gennaio il passaggio di tutto il paese in zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e in zona arancione nei giorni lavorativi.
Niente pranzo di Natale al ristorante dunque, né colazione al bar o aperitivo e le attività vedono sfumare gli incassi di uno dei periodo più importanti dell’anno.

Leave a Response