La speranza corre lungo 73 chilometri di filo di lana: l’albero all’uncinetto delle donne di Mondolfo

L’idea è arrivata da un gruppo di appassionate di uncinetto – spiega il referente della  Proloco Tre Colli di MondolfoMassimo Papolini – che avevano fatto un albero più piccolo in una casa lo scorso Natale e hanno pensato di poterlo fare in scala maggiore, così hanno lanciato l’idea a noi della Pro loco.

MONDOLFO – La speranza lungo 73 chilometri di filo di lana sapientemente intrecciato dalle donne di Mondolfo: ecco l’albero di natale, situato nella piazza del Comune, formato da 2.800 quadratini realizzati all’uncinetto, riciclando tanti tipi di lana che altrimenti sarebbero andati distrutti. Dietro questa creazione artistica, con un’altezza di circa 7 metri, ci sono un gruppo di donne, di età diversa, che hanno dedicato tantissime ore di lavoro in piena pandemia, dall’inizio di marzo fino a metà novembre, per realizzare l’albero di Natale per l’anno 2020, segnato duramente dall’emergenza sanitaria. Sono donne appassionate, di diverse generazioni, unite dagli stessi valori della condivisione e della tradizione che si sono aggregate per realizzare l’albero di Natale, che acquista un significato importante: donare affetto, manifestare coraggio e lanciare un messaggio di speranza e amore per la propria comunità.

«L’idea è arrivata da un gruppo di appassionate di uncinetto – spiega il referente della  Proloco Tre Colli di Mondolfo  Massimo Papolini – che avevano fatto un albero più piccolo in una casa lo scorso Natale e hanno pensato di poterlo fare in scala maggiore, così hanno lanciato l’idea a noi della Pro loco. E’ partito il progetto per la struttura in acciaio che sostiene il tutto e si è iniziato a lavorare. Diciamo che il lockdown in  questo senso ha aiutato. Abbiamo un albero innovativo che mette insieme tante capacità e tante persone che hanno fatto gruppo. Per Mondolfo è un segnale di unità e coesione di una comunità».

Per la precisione, sono stati impiegati  72.800 metri di filo di lana e anche se non è la prima volta che viene realizzato un albero all’uncinetto, le mondolfesi condividendo la passione per l’uncinetto e l’amore per il proprio paese. Le autrici sono: Barbara, Anna Dea, Fabiola, Daniela, Clara, Marta, Cinzia, Donatella, Letizia, Livia, Angela, Franca, Rosaura, Giorgia, Luana, Luciana, Adriana, Serena, Maria, Ornella, Marco, Emilio e Susan.

Le proloco di Pesaro e Urbino hanno lanciato per quest’anno l’edizione digital dell’evento “Il Natale che non ti aspetti”, un brand consolidato che ha costruito la sua forza in un’offerta unica e suggestiva, capace di catalizzare, ogni anno, l’attenzione di migliaia di visitatori dall’Italia e dall’estero. A causa dell’emergenza sanitaria, si sta svolgendo un’edizione del tutto speciale e a portata di click: uno spazio online dove tutti possono vivere la magia del Natale, condividere la gioia e celebrare la tradizione.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response