Covid. Dimessi in aumento, ricoveri in calo. Altre 12 vittime

ANCONA – Sono 252 i positivi rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche nel percorso nuove diagnosi (955 tamponi), mentre il totale dei tamponi testati è 1.913, compresi anche i 958 del percorso guariti. Numeri più bassi del solito, come ogni lunedì, per il minore numero di test effettuati nella giornata di domenica.

Secondo i dati del Servizio Sanità della Regione, la provincia più colpita risulta Pesaro Urbino con 131 casi, seguita da Ancona con 80, Macerata con 17, Fermo con 8, Ascoli Piceno con 7, oltre a 9 da fuori regione.

Questi casi comprendono 36 soggetti sintomatici, contatti in setting domestico (56 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (65), contatti in setting lavorativo (10), contatti in ambienti di vita/socialità (6), contatti in setting assistenziale (2), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (13), screening percorso sanitario (3). Per altri 61 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

La situazione negli ospedali


Negli ospedali marchigiani scendono a 672 (-11) le persone ricoverate, 435 delle quali sono nei reparti non intensivi (-17), 150 nei semi intensivi (+4) e 87 in terapia intensiva (+2 rispetto a ieri) fra i quali ci sono anche 20 pazienti degenti al Covid Hospital di Civitanova Marche. Dove complessivamente sono 61 le persone ricoverate: 28 in semi intensiva e 13 in non intensiva

I pazienti in Pronto soccorso sono 28. Nelle strutture territoriali ci sono 216 ospiti (+7), 44 nella Rsa di Campofilone, 34 nella Rsa di Chiaravalle, 52 a Galantara, 35 a Macerata Feltria e 25 nella riabilitazione cittadina, 26 a Fossombrone.

Fa da contraltare il totale di dimessi e guariti che cresce ulteriormente e arriva a quota 10.626 (+23, oltre il doppio dei ricoveri di giornata). Il numero dei positivi in isolamento domiciliare sale a 17244, quello dei contatti in isolamento a 16118, 607 dei quali sono operatori sanitari.

Le vittime

Sono 12 i decessi registrati nelle Marche nelle ultime 24 ore. La vittima più giovane è un uomo di 77 anni di Fermo, quella più anziana un uomo di 94 anni di Vallefoglia. Il totale dall’inizio dell’emergenza sale così a 1276

Leave a Response