Covid-19: ecco l’ordinanza “antiassembramento” firmata dal presidente Acquaroli

Coronavirus nelle Marche, i contagi crescono ancora. Acquaroli: "Obbligo di Mascherine all'aperto" ecco quando

L’ordinanza contiene disposizioni riguardanti l’uso delle mascherine, il divieto di assembramento, l’obbligo della distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone e l’uso dei dispositivi e dei protocolli di sicurezza. Il documento contiene inoltre disposizioni sul commercio, anche su aree pubbliche, sui distributori automatici, sulla vendita per asporto, e sugli impianti termici.

ANCONA – Mantenere le distanze di sicurezza, evitare feste, a scuola sospese l’educazione fisica al chiuso se non è possibile mantenere le distanze, le lezioni di canto e con gli strumenti a fiato. Sono le prime disposizioni della nuova ordinanza firmata dal presidente Francesco Acquaroli, annunciata già da giorni. Entrerà in vigore da sabato.

C’è anche il divieto, dopo le 16, della consumazione di alimenti e bevande all’aperto su aree pubbliche e private aperte al pubblico. Gli esercenti delle grandi e medie strutture di vendita dovranno garantire un accesso alla clientela in modo contingentato. La vendita d’asporto è consentita anche senza prenotazione.

Il mercato settimanale è vietato qualora il comune non applichi le disposizioni del protocollo di sicurezza regionale.

L’ordinanza completa è consultabile qui https://www.regione.marche.it/News-ed-Eventi/Post/69990

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response