L’impresa di Martina e Silvia: “Un bar ai tempi del Covid” – VIDEO

ANCONA – Il passaggio delle Marche nella fascia arancione cambia di nuovo le regole per tante attività che dall’inizio dell’emergenza stanno facendo i conti con le chiusure determinate dalle norme anti-covid.

Per bar e ristoranti da domenica è possibile solo l’asporto, ma se chi ha un’attività avviata da tempo potrà fronteggiare meglio le perdite, la sfida vera è per chi proprio nel 2020 ha iniziato un’attività. Come Martina e Silvia giovani imprenditrici che a febbraio hanno aperto un bar ad Ancona. Il sogno di una vita che appena cominciato ha dovuto subito fare i conti con l’arrivo della pandemia a marzo.

A marzo l’asporto con prenotazione, poi a maggio le riaperture nel rispetto delle norme anti-covid con posti ridotti e distanziamento obbligatorio e ora di nuovo l’asporto. Le normative per poter continuare a lavorare cambiano con l’evolversi dell’epidemia e gli operatori corrono per mettersi in regola e restare aperti. Ma adeguarsi non è facile e i cambiamenti a volte sono troppo repentini.

Leave a Response