Coronavirus, 631 i nuovi positivi. Il Covid hospital di Civitanova verso l’apertura di un terzo modulo

#coronavirus nelle Marche, positivi in calo ma con meno tamponi. Speranza dalla percentuale, scesa al 10%

ANCONA – Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che purtroppo nelle ultime 24 ore si sono verificati cinque decessi. In totale sul territorio regionale le vittime salgono a 1.050 dall’inizio dell’emergenza.

Sono saliti a 521, 17 più di ieri, i ricoveri per covid negli ospedali marchigiani. I pazienti in terapia intensiva sono arrivati a 67, +7 rispetto a ieri, quelli in aree di semi intensiva salgono da 130 a 145, mentre i degenti in reparti non intensivi scendono da 314 a 309.

I positivi in isolamento domiciliare sono passati da 8.736 a 9.306. Gli attualmente positivi (ricoverati più isolati) sono 9.827.
Secondo i dati del Servizio Sanità della Regione Marche, il Covid Hospital di Civitanova Marche ospita attualmente 9 malati in terapia intensiva e 14 in semi intensiva. Per il resto i degenti in

intensiva sono distribuiti tra gli ospedali di Ancona Torrette, Pesaro (Marche Nord), Jesi, San Benedetto del Tronto e Fermo. Salgono a 116 gli ospiti delle strutture territoriali: le Rsa di Campofilone, Chiaravalle, Galantara. E sono arrivate a 15.581 le persone in quarantena per contatti con contagiati: 2.068 con sintomi, 590operatori sanitari. I dimessi/guariti dall’inizio dell’emergenza sono invece 7.415. 

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 3603 tamponi: 2075 nel percorso nuove diagnosi e 1528 nel percorso guariti.

I positivi sono 631 nel percorso nuove diagnosi (117 nella provincia di Macerata, 236 nella provincia di Ancona, 53 nella provincia di Pesaro-Urbino, 136 nella provincia di Fermo, 64 nella provincia di Ascoli Piceno e 25 da fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (105 casi rilevati), contatti in setting domestico (134 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (169 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (9 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (29 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (6 casi rilevati), contatti in setting scolastico/formativo (17 casi rilevati), screening percorso sanitario (8 casi rilevati) e 5 rientri dall’estero (Pakistan, Romania, Albania). Per altri 149 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Leave a Response