Giù produzione e vendite: gli effetti della pandemia sull’industria marchigiana – VIDEO

Il report di Confindustria Marche sui dati del terzo trimestre 2020

ANCONA – Casa dolce casa, mai come in questa fase. Ed è proprio nel noto adagio che forse si trova la risposta di una tenuta del settore del mobile e del legno. L’unico, tra gli altri. Emerge dal l’indagine sul terzo trimestre 2020 condotto dal Centro Studi “Giuseppe Guzzini” di Confindustria Marche in collaborazione con Ubi Banca-Intesa Sampaolo che fotografa la situazione dell’industria manifatturiera marchigiana da luglio a settembre, quando imprese e attività commerciali hanno iniziato a tirar fuori la testa dalla burrasca lockdown e pandemia.

Si registra in generale un forte rallentamento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente con la produzione industriale che registra una flessione del 6,8%. Giù anche le vendite del 5,6%. Del 3,7% sul mercato interno e del 7,5% sul mercato estero. Cala anche l’occupazione dell’1,2% nello stesso periodo e schizzano a 25 milioni le ore di cassaintegrazione. 

Il dato relativo al terzo trimestre 2020 – ha dichiarato il Presidente di Confindustria Marche Claudio Schiavoni – riflette l’impatto negativo che la pandemia ha ancora sui principali comparti dell’economia regionale, nonostante alcuni settori abbiamo registrato un relativo miglioramento rispetto ai mesi di lock-down. Tutti i settori hanno sperimentato gli effetti negativi del blocco delle produzioni indotto dai provvedimenti governativi. Peraltro, il rallentamento interessa in maniera rilevante anche le imprese operanti sui mercati internazionali, data la diffusione della pandemia nei principali mercati di esportazione e i provvedimenti di chiusura adottati dalla gran parte dei paesi di esportazione dei prodotti regionali. Per il quarto trimestre del 2020, – ha proseguito Schiavoni – le stime delle imprese marchigiane risalgono anche se il costante peggioramento della crisi sanitaria degli ultimi giorni, non solo in Italia ma anche nei principali partner commerciali europei, e i conseguenti provvedimenti governativi di contenimento, stanno accrescendo la preoccupazione degli imprenditori manifatturieri sulla dinamica di ordini e produzione per i prossimi mesi.


Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response