Appalti truccati, slitta l’udienza davanti al Gup. Il Comune di Ancona chiede 350mila euro di risarcimento – VIDEO

ANCONA – Si apre con un rinvio l’udienza preliminare a carico di Simone Bonci il geometra del Comune di Ancona accusato di corruzione e istigazione alla corruzione per aver pilotato alcuni appalti in modo da favorire un cartello di imprese “amiche”.

Nella vicenda portata alla luce dall’inchiesta Ghost Jobs sono coinvolti anche 5 imprenditori imputati per corruzione.

A loro stando all’accusa il geometra che prestava servizio alla Direzione manutenzioni, frana e protezione civile del Comune dorico avrebbe affidato vari lavori tra cui quelli eseguiti ai laghetti del Passetto e in alcuni cimiteri, in cambio di somme di denaro, prodotti hi-tech e anche la ristrutturazione del bagno di casa.

Al termine dell’udienza rinviata per ragioni procedurali al 22 febbraio i legali di Bonci e di uno dei cinque imprenditori imputati, Carlo Palumbi, hanno ribadito la volontà di procedere con riti alternativi.

Leave a Response