Teatri chiusi, Santini: “Oggi è la giornata dell’amarezza” – VIDEO

ANCONA – Schermi spenti e sipari abbassati il nuovo dpcm siglato dal presidente del consiglio Giuseppe Conte domenica 25 ottobre tiene chiusi fino al 24 novembre teatri e cinema. Uno stop duro per il comparto della cultura che aveva ripreso l’attività dal 15 giugno dopo uno stop di 4 mesi, ma con regole molto rigide che fissavano un massimo di 200 spettatori al chiuso e fino a mille per gli eventi all’aperto.

Numeri che nelle Marche erano stati rivisti grazie a un’ordinanza sottoscritta dall’allora Presidente Ceriscioli  in relazione alla capienza dei luoghi dove vengono svolti gli spettacoli pur mantenendo la distanza di 1 metro tra ogni spettatore.

Uno stop che travolge l’intero mondo dello spettacolo non solo le compagnie, ma anche chi lavora dietro le quinte: facchini, grafici, elettricisti, tecnici. Ma se i teatri restano vuoti non si smette di lavorare per lo spettacolo che verrà.

Leave a Response