Il Coronavirus: una vittima nel paese simbolo del post sisma. Tre decessi nelle Marche nelle ultime 24 ore

A darne l’annuncio il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci attraverso la pagine del comune su Facebook.

ARQUATA DEL TRONTO – Il naturale isolamento delle montagne, ma soprattutto lo spopolamento accelerato dal post terremoto del 2016 avevano protetto Arquata del Tronto nella fase più acuta dell’emergenza sanitaria, lo scorso marzo. Nella fase attuale di risalita dei contagi, invece, viene colpito anche uno dei paesi simbolo del sisma del 24 agosto 2016: a darne notizia è il sindaco Aleandro Petrucci, attraverso la pagina social del comune.

Il post su Facebook. “Siamo a comunicare che in questi giorni e in particolare nelle ultime ore i contagi da COVID-19 sono aumentati si registrano infatti altri 5 positivi, per un totale ad oggi di 7 casi accertati (ndr. su circa 600 abitanti).Purtroppo un nostro concittadino affetto da altre patologie ha contratto il virus nei giorni scorsi in ospedale ed è venuto a mancare nella giornata di oggi (16 ottobre), ci stringiamo alla moglie e alla famiglia.Gli altri contagiati stanno bene e in isolamento presso il proprio domicilio e a loro va il nostro augurio di pronta guarigione.Si precisa che due delle persone risultare positive sono residenti ma attualmente non dimoranti sul territorio.Vi terremo aggiornati qualora ci fossero ulteriori nuovi contagi.Mettiamo in campo ora più che mai il nostro senso di responsabilità utilizzando tutta la prudenza possibile e mettendo in atto gli unici comportamenti a tutela della nostra salute e di quella altrui:-Teniamo il corretto distanziamento personale: indossiamo la mascherina nei luoghi chiusi e ovunque non ci sia la possibilità del giusto distanziamento, evitiamo assembramenti, evitiamo di avere contatti soprattutto con persone vulnerabili se abbiamo sintomi allarmanti o la nostra temperatura corpora supera i 37,5 e in questo caso avvisiamo il medico curante, igienizziamo quanto più possibile le mani”.

Tre decessi nelle Marche: 995 dall’inizio dell’emergenza. Si torna purtroppo ad aggiornare la scheda più triste, quella che riguarda i decessi. Tre quelli registrati nelle ultime 24 ore, aggiornando il bilancio dall’inizio dell’emergenza a 995 vittime in regione. Si è spento un uomo di 71 anni, residente ad Arquata del Tronto, uno dei comuni tra i più colpiti dal sisma del 2016, affetto da patologie pregresse che si è spento al reparto di rianimazione agli ospedali riuniti ad Ancona, dove è deceduto anche un altro signore di 93 anni residente a Jesi, anche lui con un quadro clinico già difficile. All’ospedale di  Fermo è morto un uomo di 80 anni anche lui con patologie pregresse residente a Casalgrande, nel reggiano.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response