Guardia di Finanza sequestra 18 mini appartamenti e una sauna sul lungomare di Porto Recanati

PORTO RECANATI –  In una zona del lungomare di Porto Recanati (Macerata), vicino ad un ristorante, la Guardia di Finanza ha sequestrato 18 manufatti abusivi in muratura e prefabbricati – mini-appartamenti, un locale adibito a sauna e altre unità adibite a deposito, per circa 1.230 metri cubi complessivi – con annessi materiali edili vari.

Gli approfondimenti svolti dalla Tenenza Gdf di Porto Recanati hanno permesso di ricostruire la situazione originaria del sito e gli abusi edilizi commessi: è scattata la denuncia all’Autorità giudiziaria per il ristoratore che ha in locazione l’area da complessivi 20mila metri quadrati. Le costruzioni, secondo gli investigatori, sono state realizzate in un’area sottoposta a vincoli paesaggistici e in zona sismica. I manufatti, realizzati di recente, erano nascosti dalla folta vegetazione composta da canneti.

Al termine delle indagini, i finanzieri hanno eseguito il decreto di sequestro preventivo emesso dal gip Macerata Giovanni Maria Manzoni su richiesta del procuratore Giovanni Giorgio

Leave a Response