Baristi e ristoratori: “Per noi un altro lockdown” – VIDEO

ANCONA – “Per noi questa limitazione significa un vero e proprio lockdown del settore, oltre che un lockdown sociale”. Non usa mezzi termini Giovanna Burattini rappresentante di Baristi e ristoratori uniti delle Marche sul nuovo dpcm firmato oggi dal premier Conte contenente le nuove norme di prevenzione al coronavirus.

Non piacciono le soluzioni adottate del governo che consentono le attività dei servizi di ristorazione, fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie fino alle ore 24.00 con servizio al tavolo e fino alle ore 21.00 in assenza di servizio al tavolo perché il provvedimento del governo ribadisce il divieto di assembramento.

Per le decisioni future gli esercenti chiedono al governo un maggior confronto con le istituzioni locali, ma anche coperture economiche per le perdite, proroghe alla cassa integrazione e detrazioni a fronte delle spese che non si fermano.

Leave a Response