Mugellini Festival con Luca Pagliari sabato in diretta su E’tv Marche

Luca Pagliari, il celebre giornalista Rai, storyteller e documentarista sarà il protagonista del terzo appuntamento con la musica con la parola e con l’arte del Mugellini Festival sabato prossimo 10 ottobre alle 21, 15 alla Cappella dei Contadini di Potenza Picena e in diretta su E’Tv Marche e sulla pagina Facebook del festival con lo spettacolo “Bruno Mugellini – Prove libere per un mondo migliore”.

POTENZA PICENA – Ideato e scritto da Luca Pagliari in collaborazione con le “anime del Festival”, lo spettacolo giornalistico – teatrale sarà accompagnato dalle note del giovane talentuoso violinista Ares Midiri e si propone come un format liquido, in costante evoluzione che si sviluppa e cresce attorno al Mugellini pensiero. Un evento che trasporterà il pubblico presente e i telespettatori di E’tv Marche in un affascinante viaggio nelle storie di vita di uomini straordinari, partendo proprio dalla figura di Bruno Mugellini il celebre pianista e compositore marchigiano nato a potenza Picena nel 1871 a cui è intitolato il Festival che era anche un vero e proprio “talent scout” nonché un importante didatta a Bologna nei primi anni del 900.

“Il maestro dovrebbe parlare durante le lezioni commentando, facendo analisi e raffronti;non limitarsi a cancellare qualche cifra del testo, a correggere le note sbagliate” aveva 37 anni Bruno Mugellini quando scrisse queste parole. Un concetto semplice e potente che abbatte preconcetti e paure, spalancandosi al nuovo, all’innovazione, all’impossibile che improvvisamente si sgretola di fronte al possibile. Lo spettacolo cattura lo spirito mugelliniano, rinnovandolo nelle storie di altri grandi personaggi che hanno scelto ‘altro’ e solo andando controvento sono riuscite a spiccare il volo, regalando visioni nuove e inedite. Bruno Mugellini, proprio per questa sua attitudine al nuovo e al non fatto, è destinato a una eterna modernità, quella destinata a non appassire mai e a riempire gli occhi di stupore.

“Sarà una serata di storie che ti inchiodano alla sedia e di romanzi scritti dalla vita – hadetto Luca Pagliari – Percorsi di persone capaci di scorgere l’invisibile, di mettersi in gioco, di imparare l’arte di vivere camminando. Ah, le storie! Ognuna unica e irripetibile come il percorso di una goccia lungo un vetro. Ho sempre amato ascoltare e raccontare storie. In fondo lo stesso senso della vita è racchiuso dentro una storia. Tutto lì. Poi ci sarà il violino di Ares Midiri ed anche quella è un’altra storia ancora, perché la musica è narratrice per definizione.”

Con una modalità narrativa originale ed efficace che oscilla tra il giornalismo e il teatro Luca Pagliari utilizza lo storytelling per realizzare importanti campagne nazionali di sensibilizzazione e di formazione. Ha curato soggetti e regia di molti docufilm e documentari e ha condotto in televisione decine di programmi e di servizi per conto di Rai ed altre emittenti televisive. Autore di moltissimi libri di successo, Luca Pagliari vanta anche un lungo trascorso nelle Radio dove ha ideato e condotto numerosi programmi a Radio DeeJay, RDS, di cui è stato anche Direttore e Radio 24. A completare la sezione visiva dell’atteso appuntamento del Festival diretto da Lorenzo Di Bella e Mauro Mazziero la mostra di pittura dell’artista Michele Carbonari vincitore del “Premio Pannaggi” dell’ Associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi, l’artista verrà introdotto al pubblico dalla Presidente dell’Associazione la Prof.ssa Paola Ballesi.

Per accedere agli eventi del Mugellini Festival, presenti nei social Facebook e Instagram, è necessaria la prenotazione sul sito web del Mugellini Festival www.mugellinifestival.it, per informazioni tel 0733 1776765

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response