“Ripartire dal lavoro”, sindacati a confronto ad Ancona – VIDEO

ANCONA – 280mila lavoratori dipendenti privati nelle Marche sono in attesa del rinnovo contrattuale, a cui si aggiungono 70mila lavoratori dipendenti pubblici. Sono questi i numeri emersi all’incontro

“Ripartire dal lavoro” promosso da Cgil, Cisl e Uil Marche. Rinnovo dei contratti nazionali di lavoro pubblici e privati, ammortizzatori sociali e vertenze aperte, riforma fiscale e lotta all’evasione, diritto all’istruzione, sanità pubblica, sicurezza sul lavoro, politiche industriali, previdenza, inclusione sociale: questi alcuni dei temi al centro della discussione.

Il tema del lavoro si inserisce in equilibrio reso ancora più fragile dall’emergenza coronavirus. L’andamento trimestrale del numero di occupati evidenzia nelle Marche, un decremento rispetto al trimestre precedente di circa 12.000 unità, calcolato su dati non destagionalizzati, mentre a livello tendenziale (rispetto al II trimestre 2019) il decremento è di oltre 7.500 unità.

Il tasso di occupazione, che mostra comunque valori superiori a quelli nazionali (Marche 64,4% – Italia 57,5%), registra una diminuzione congiunturale (rispetto al trimestre precedente) di 1,4 punti percentuali e di 0,5 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2019. Il tasso di disoccupazione delle Marche per il II trimestre 2020 è pari a 4,7% (7,7% media nazionale), migliorato di 3,6 punti percentuali. Le categorie più colpite dalla perdita del lavoro sono le donne e i giovani.

Leave a Response