Incendio all’ex tubimar, il risveglio di Ancona sotto la nube nera

ANCONA – Tra chi lo ha vissuto in diretta e chi lo ha scoperto di prima mattina, gli anconetani si sono risvegliati in una città sormontata dalla nube nera sprigionata dall’incendio scoppiato nell’area ex Tubimar al porto di Ancona.

La cenere questa mattina ricopriva auto, panchine, tavoli, tracce polverose dell’incendio che si sono depositate nelle vie più vicine al porto, ma anche in centro trascinate dal vento. Proprio nel quartiere degli archi il più esposto ai fumi del rogo molti negozi sono rimasti con le serrande abbassate, preoccupati dalla potenziale tossicità della nube nera.

Fotografi, fotoamatori, ma anche semplici cittadini si sono affollati al belvedere di largo Casanova ad Ancona per fare foto del porto e del fumo ancora alto nel cielo. La più ricondivisa, al punto da diventare immagine simbolo della giornata quella della fotografa Arianna Moroni che in uno scatto è riuscita a cogliere la devastazione delle fiamme che si stagliano alle spalle della Mole Vanvitelliana. Un incendio che ha scosso i cittadini, ma anche chi ogni giorno arriva in città per lavoro e di cui ora si attendooo di conoscere le cause.

Leave a Response