Grandinata record, la sindaca di Ancona chiede lo stato di emergenza e calamità

Il maltempo di domenica scorsa ha provocato gravi danni nel territorio comunale ma non ha risparmiato anche l’hinterland, tra cui Agugliano e Polverigi.

ANCONA – Dopo la forte grandinata di domenica scorsa, la sindaca di Ancona Valeria Mancinelli chiede lo stato di emergenza e calamità. Con una nota fa sapere di aver chiesto al presidente della  Regione Marche Luca Ceriscioli, di attivare le procedure presso i competenti Ministeri per il riconoscimento dello stato di emergenza e di calamità del territorio del Comune di Ancona a causa dell’eccezionale nubifragio del 30 agosto che ha colpito l’ambito comunale, facendo registrare ingenti danni, soprattutto provocati dalla intensa grandinata. Le strutture comunali, precisa il sindaco nella nota, sono già state attivate per una ricognizione sul territorio con lo scopo di individuare le aree più colpite dall’evento calamitoso e i relativi danni. Il maltempo ha coinvolto soprattutto il capoluogo regionale ma anche l’hinterland anconetano, senza risparmiare tra le altre località anche Agugliano e Polverigi

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response