Elezioni 2020. Mascherine e ingressi contingentati, così si voterà a settembre

ANCONA – Ingressi scaglionati ai seggi, accessibili solo con mascherina e previa disinfezione delle mani. Ma niente misurazione della temperatura corporea. Sono alcune delle norme incluse nel protocollo sanitario stilato dal ministro Speranza e dalla collega Lamorgese per le votazioni che si terranno il 20 e il 21 settembre.

Le urne, nelle Marche, saranno aperte sia per il rinnovo del Consiglio Regionale, sia per rinnovare le giunte di comuni come Senigallia e Loreto. Inoltre, si voterà anche per il referendum legato al taglio dei parlamentari. Tra le misure per l’allestimento e l’ingresso ai seggi, sono previsti accessi contingentati agli edifici che li ospitano, percorsi distinti di entrata e di uscita, distanziamento tra i componenti del seggio e tra questi e gli elettori, in particolare nel momento in cui questi devono rimuovere la mascherina per il riconoscimento, definizione del numero e della disposizione delle cabine elettorali, tenendo conto dello spazio disponibile e delle necessità di movimento.

Nello specifico, per segnalare i percorsi dedicati, dove possibile, verrà allestita una specifica segnaletica. Per evitare assembramenti, è prevista anche la creazione di aree di attesa all’esterno dei plessi di voto. Al momento del riconoscimento, l’elettore dovrà togliere la mascherina, mantenendo la distanza di almeno due metri dagli scrutatori. Prima di recarsi in cabina, dovrà igienizzarsi le mani con i prodotti messi a disposizione in prossimità della porta. La stessa operazione va ripetuta con l’uscita dalla stanza dove è collocata la cabina.

“Per quanto riguarda l’accesso dei votanti – si legge nel protocollo – è rimessa alla responsabilità di ciascun elettore il rispetto di alcune regole basilari di prevenzione, quali: evitare di uscire di casa e recarsi al seggio in caso di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi; non essere stati in quarantena o in isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni. Per tali ragioni, il Comitato Tecnico Scientifico non ritiene necessaria la misurazione corporea durante l’accesso ai seggi”. La mascherina, ovviamente, è obbligatoria.

Leave a Response