Addio a Giuseppe Ottaviani, l’atleta dei record: “la vita è bella” – VIDEO

SANT’IPPOLITO – “La vita è bella, viva le Marche”. Dal palco della Giornata delle Marche 2019 lo slogan che ha accompagnato la testimonianza di vita di Giuseppe Ottaviani. L’uomo dei record, spentosi domenica all’età di 104 anni a Sant’Ippolito.

Straordinario esempio di longevità attiva, è stato protagonista nelle ultime stagioni alle rassegne tricolori e internazionali, conquistando titoli e primati mondiali di categoria. Nel 2011 ha realizzato i suoi primi record mondiali M95 nel salto in lungo e nel triplo, mentre nel 2014 è diventato l’atleta italiano con il maggior numero di vittorie in un’unica manifestazione iridata (10 medaglie d’oro ai Mondiali master indoor di Budapest).

Nel 2016 il portacolori del Gs Effebi Fossombrone è stato il primo italiano a gareggiare nella categoria M100 in una rassegna nazionale, e il più applaudito agli Europei Master indoor di Ancona, raccontati anche in due documentari a lui dedicati. Proprio nel 2016, poco prima di compiere 100 anni, è salito sul palco del Festival di Sanremo, come ospite nella serata

L’anno scorso ha ricevuto il titolo di Commendatore dell’ordine al merito della Repubblica Italiana e due anni prima il Presidente Sergio Mattarella lo aveva accolto al Quirinale, apprezzandone la straordinaria vitalità. Sempre nel 2016 lo aveva accolto anche Papa Francesco, che si era a lungo complimentato con lui.

Leave a Response