Produzione “industriale”di marijuana: un arresto a Pesaro – VIDEO

Quasi cinque chili di marijuana nascosti in un congelatore, più 300 piante di cannabis coltivate in un capannone in disuso trasformato in un sito di produzione industriale di droga. In arresto un venticinquenne.

PESARO – Quasi cinque chili di marijuana nascosti in un congelatore, più 300 piante di cannabis coltivate in un capannone in disuso trasformato in un sito di produzione industriale di droga. E’ quanto hanno scoperto i Carabinieri del Comando provinciale di Pesaro insieme ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia pesarese nel quartiere di Villa Fastiggi.  In arresto, colto sul fatto, un 25enne di Palermo durante una operazione coordinata dalla Procura. Le accuse: coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti e furto di energia elettrica dalle pubbliche forniture.

Il blitz. I militari avevano notato il giovane mentre si aggirava nei pressi della struttura. Poi nella notte dell’otto luglio è scattato il blitz: all’interno la scoperta di un ambiente di circa 150 mq dove era stata realizzata una coltivazione intensiva di cannabis con un sistema artigianale di illuminazione, irrigazione e di riscaldamento. In altri due locali di circa 350 mq, erano stati realizzati gli stessi impianti. Per mettere in sicurezza i locali dove era stata improvvisata una rete di allacci elettrici anche pericolosa, rubando l’energia anche ad altri siti, sono dovuti intervenire anche i Vigili del fuoco. L’opificio clandestino è stato posto sotto sequestro. Il giovane invece è finito nel vicino carcere di Villa Fastiggi. 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response