Verso il week end, il Comune di Ancona avverte: “Più controlli e sanzioni” in spiagge contro gli assembramenti

Si annuncia un week end di controlli e sanzioni laddove dovesse essere necessario sulle spiagge anconetane, in particolare a Portonovo e Mezzavalle, contro gli assembramenti come previsto dalle norme contro il Coronavirus.

ANCONA – Si annuncia un week end di controlli e sanzioni laddove dovesse essere necessario sulle spiagge anconetane, in particolare a Portonovo e Mezzavalle, contro gli assembramenti come previsto dalle norme contro il Coronavirus. Fa sapere il comune di Ancona: “Dopo un periodo di rodaggio delle prescrizioni anti Covid e dell’app iBeach per l’accesso alle spiagge libere di Portonovo e Mezzavalle, da questo fine settimana verranno intensificati i controlli della Polizia Locale per verificare l’osservanza delle norme contro la diffusione del Coronavirus contenute nelle ordinanze dei giorni scorsi (del Dirigente patrimonio del 19 giugno per l’app iBeach e ordinanza sindacale del 24 giugno per tutte le spiagge) e la cui inosservanza potrebbe comportare sanzioni da 400 a 1000 euro. In particolare a Portonovo e a Mezzavalle, saranno effettuati controlli mirati sia per gli accessi che per le presenze sulla spiaggia libera tramite app, da parte di pattuglie della Polizia Locale. Gli agenti verificheranno, oltre al corretto utilizzo dell’app, anche eventuali assembramenti. Pertanto si ricorda che sono in vigore le ordinanze su citate che prevedono: per le spiagge libere di Portonovo e Mezzavalle, nei giorni di sabato e domenica, l’accesso alla spiaggia libera esclusivamente dopo la prenotazione del posto con l’app iBeach. Anche in queste spiagge valgono le norme generali poste contro la diffusione del Covid 19, in vigore anche per Palombina, Collemarino e Torrette, dove è vietato accedere alle spiagge in caso di temperatura corporea superiore a 37,5°o sintomi influenzali, se si è sottoposti alla misura della quarantena con provvedimento dell’autorità sanitaria perché risultato positivo al COVID-19 o se si provenga da un’area individuata come focolaio epidemico dal Ministero della Salute”.

Il Comune ricorda che la fruizione delle delle spiagge è condizionato al rigoroso rispetto delle seguenti prescrizioni: mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; lavaggio frequente delle mani con prodotti igienizzanti a base alcolica anche da parte dei bambini;starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle secrezioni respiratorie con le mani e la loro dispersione nell’acqua del mare; uso di un telo di copertura sul lettino o sdraio utilizzato; distanziamento minimo tra gli ombrelloni di metri 3,50 e di metri 2,00 tra teli mare e/o lettini.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response