Whirlpool, per Melano prevista contrazione di volumi del 10%

ROMA – “Il tavolo di oggi sulla vertenza Whirlpool alla presenza del Ministro Patuanelli e dell’amministratore delegato La Morgia è stato insoddisfacente e fuorviante”.

Così in un comunicato stampa Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil che aggiunge: “La sfida sul tavolo in una fase di ripresa dei volumi del settore dell’elettrodomestico è che una multinazionale importante come Whirlpool rafforzi le produzioni nel nostro Paese in tutti gli stabilimenti anziché delocalizzare come sta già facendo. Questo vale per l’elettrodomestico, per la siderurgia, per l’automotive e per tutti i settori strategici.

Per il sito di Melano, nelle Marche è stata dichiarata una previsione di contrazione di volumi del 10% ( 2020 su 2019) ma la discussione sui volumi dei siti ed investimenti è rinviata a dopo il 23 luglio, giorno in cui usciranno i dati della semestrale di bilancio. La Fiom ha posto anche il problema della riorganizzazione degli enti centrali ( sedi impiegatizie) anche alla luce dei tagli annunciati ed in parte già effettuati sul GPO, la piattaforma globale di progettazione.

Leave a Response