Apecchio, “San Martino a cavallo” torna a casa – VIDEO

Raffigura San Martino a cavallo la pala d’altare del 16esimo secolo riportata alla sua comunità, Apecchio, dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio di Ancona.

FANO – Raffigura San Martino a cavallo la pala d’altare del 16esimo secolo riportata alla sua comunità, Apecchio, dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio di Ancona. Lo spagnoleggiare delle piume dei berretti tradisce una mano pittorica esuberante nel periodo del manierismo, in questo caso metaurense. “Bartolomeo”, si legge nella firma del committente o forse dell’artista sotto la pancia del cavallo: uno dei tasselli di una storia iniziata cinque secoli fa fino alla sparizione del quadro negli anni ‘70 del secolo scorso, quando dalla chiesa di una frazione di Apecchio, ormai ridotta a un rudere, insieme agli altri dipinti scomparve anche “San Martino a cavallo”. Si arriva al 2018 quando da un’indagine sull’attività di un restauratore di Urbino, coordinata dalla Procura di Pesaro, portata avanti dei Carabinieri diretti dal comandante Carmelo Grasso, emerge la pala d’altare che 50 anni fa venne barattata dall’allora parroco con alcuni lavori in altre chiese. 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response