Maxi rissa in Piazza del Plebiscito: denunciati 13 giovani -VIDEO

Sono stati identificati e denunciati tredici ragazzi albanesi, di età compresa tra i 19 e i 25 anni come i responsabili del parapiglia avvenuto nella notte del 14 giugno, in uno dei week end di ritorno alla movida, dopo il lockdown invernale.

ANCONA – Sono stati identificati e denunciati tredici ragazzi albanesi, di età compresa tra i 19 e i 25 anni come i responsabili del parapiglia avvenuto nella notte del 14 giugno, in uno dei week end di ritorno alla movida, dopo il lockdown invernale. Nella maxi rissa rimase ferito un ragazzo anconetano di 20 anni, di origini tunisine che andò in ospedale con il setto nasale rotto.

Gli insulti già sull’autobus per raggiungere il centro città. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri della sezione Radiomobile di Ancona tutto sarebbe iniziato al tramonto: il ventenne prende l’autobus per andare in centro e incontrare la fidanzata, studentessa universitaria di origine albanese. Sul bus incontra il gruppo che lo prende di mira con parole offensive. Una provocazione alla quale il ventenne non risponde. Poco dopo la mezzanotte in piazza però gli animi si accendono: la studentessa universitaria era stata la ex di uno del branco.

Lo sguardo di troppo e giù bastonate. Bastano un paio di occhiate e una parola di troppo: nel giro di pochi secondi il 20enne viene accerchiato e preso a calci e punti davanti a decine e decine di persone. La zuffa termina grazie all’intervento degli uomini della security del locale, il gruppo scappa e il ventenne finisce in ospedale grondante di sangue e con il naso fracassato. I Carabinieri intervenuti sul posto identificano due degli albanesi, entrambi operai nei cantieri portuali di Ancona, e grazie poi al racconto dei numerosi testimoni, i video e le foto delle persone e le istantanee delle telecamere comunali è stato possibile identificare l’intero gruppo di aggressori. Alcuni hanno alle spalle episodi di violenza e risse, anche fuori regione. I 13 operai sono stati dunque tutti deferiti alla Procura di Ancona e dovranno rispondere di rissa aggravata e lesioni personali gravi.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response