Cavalcavia danneggiato sulla 76. Jesi nella morsa del traffico – VIDEO

JESI – Chiuso in entrata lo svincolo di Jesi Ovest che allo stesso tempo è l’uscita obbligatoria per chi proviene da Roma in direzione Ancona. Mezzi pesanti compresi. Sono gli effetti collaterali del cavalcavia danneggiato della 76 a Jesi Est. E la città finisce nella morsa del traffico, con i flussi che si riversano per 12 km sulla viabilità ordinaria fino a Monsano, altro snodo cruciale, e quindi stretto anch’esso tra ingorghi e code nelle ore di punta, per rientrare in superstrada.

Le ruspe sono già all’opera per realizzare il raccordo temporaneo in via Zanibelli che sarà pronto nell’arco delle prossime tre settimane: se ne occuperà Anas. Dai sei agli otto mesi invece per la demolizione e la ricostruzione del cavalcavia.

Intanto è stato rintracciato dalla Polizia Stradale il colpevole del danno. Si tratta di un 42enne residente di Galatina, provincia di Lecce, che trasportava un escavatore e che non si è fermato dopo l’incidente: un milione di euro di danno e non è escluso che la vicenda sfoci nel penale.

Leave a Response