Percorsi specialistici post Covid per i pazienti dimessi

ANCONA – Sono stati approvati dalla giunta regionale i percorsi di presa in carico dei pazienti dimessi dopo la malattia da Coronavirus.
In base ai percorsi previsti dalla delibera, al momento della dimissione dei pazienti Covid vengono programmate visite di controllo per rivalutare nel tempo le loro condizioni di salute.

Nel corso del controllo i pazienti saranno valutati da un team di specialisti, poiché è ormai acclarato che l’infezione interessa in genere diversi organi e apparati. Sono dunque previsti diversi tipi di consulto: pneumologico, cardiologico, nefrologico, neurologico, oltre che psicologico.

La modalità prescelta per la presa in carico dei pazienti post Covid interesserà sia i malati che sono stati ospedalizzati, sia quelli che hanno ricevuto terapie a domicilio, qualora i rispettivi medici di medicina generale o i pediatri di libera scelta reputino necessaria una rivalutazione nel tempo delle condizioni dei singoli pazienti.

La delibera approvata oggi dà mandato alle Aziende del servizio sanitario regionale di attivare i percorsi, che dovranno quindi riguardare tutti i malati di Covid, sia quelli colpiti nel periodo dell’emergenza sia le persone che eventualmente in futuro saranno colpite dal virus.
Questo tipo di procedura consentirà di monitorare le condizioni dei singoli pazienti, ma anche, in generale, il decorso della malattia, evidenziando e consentendo di catalogarne dal punto di vista medico le conseguenze, ancora non del tutto conosciute.

Per le prestazioni di follow up (la prima visita di controllo è prevista tre mesi dopo la guarigione), è stato previsto uno specifico codice di esenzione ticket, valido per tutti i controlli collegati al Covid. C’è inoltre la possibilità di richiedere il recupero ticket per i pazienti che si sono già sottoposti a visita e hanno pagato la prestazione.

Leave a Response