Post sisma, ricevono la “casetta” ma vivono e lavorano fuori regione: coppia denunciata a Camerino

Il caso è emerso nell’ambito dei controlli dei Carabinieri. La coppia è stata denunciata per percezione di erogazioni ai danni dello stato e falsità ideologica. Si ipotizza un danno erariale da 15 mila euro.

CAMERINO – Avevano ricevuto la Sae, la Soluzione Abitativa di Emergenza destinata a coloro che hanno perso casa a causa del terremoto del 2016, ma vivevano stabilmente in un’altra regione dove tra l’altro lavorano da circa due anni.Una coppia è stata denunciata dai Carabinieri di Camerino per indebita percezione di erogazioni ai danni dello stato e falsità ideologica. I Carabinieri hanno avviato specifiche indagine di polizia giudiziaria con servizi ad hoc, scoprendo il caso della coppia , entrambi di nazionalità italiana di 45 e 44 anni, denunciati in stato di libertà alla procura di Macerata.Entrambi avrebbero attestato di possedere i requisiti necessari al mantenimento della “casetta”, con un’ipotesi di danno all’erario da 15 mila euro. 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response