Calcio. Matelica nella storia: per la prima volta in C. Le decisioni del Consiglio Federale

ANCONA – Il Matelica è nella storia. Era ampiamente previsto, ma il Consiglio Federale odierno ha sancito la promozione per la volta in serie C della società del presidente Mauro Canil, prima in classifica nel girone F della serie D al momento della sospensione del campionato.

Il Matelica tocca così il punto più alto della sua quasi centenaria storia calcistica, dopo la conquista nella scorsa stagione della Coppa Italia di serie D. Lo stesso Canil ha fugato gli ultimi dubbi sul fatto che la squadra possa effettivamente partecipare al terzo campionato italiano per importanza. Le criticità sono tante a cominciare dall’adeguatezza dello stadio Giovanni Paolo Secondo, ma il Matelica ce la farà. La squadra, allenata da mister Colavitto, aveva raggiunto la vetta della classifica, dopo un lungo inseguimento al San Nicolò Noatresco, proprio una settimana prima della sospensione del campionato.

Il Consiglio federale della Figc ha anche decretato, per quanto riguarda la serie C, la partecipazione della Sambenedettese ai playoff promozione (primo turno a Padova, in gara secca a porte chiuse) e del Fano ai playout salvezza, in una sfida da dentro o fuori con il Ravenna.

Il Consiglio federale della Figc oltre che regolamentare questo tormentato finale di stagione per le categorie maggiori, ha preso decisioni che condizioneranno anche il futuro di numerose squadre dilettantistiche. In particolare sono state confermate le retrocessioni in Eccellenza delle ultime 4 squadre della serie D, e tra esse ci sono anche due squadre marchigiane, la Sangiustese e la Jesina, che retrocedono dunque in Eccellenza regionale. Da dove giovedì, nell’assemblea della LND, sarà ufficializzata la promozione del Castelfidardo e i criteri per le seconde d’Eccellenza, tra di esse l’Anconitana che mira al salto di categoria.

Leave a Response