Prima il Covid, poi l’incendio. La solidarietà per “Spiaggia Bonetti” – VIDEO

Prima il Covid, poi l’incendio. Dopo il devastante incendio che ha incenerito lo chalet di Portonovo, ad Ancona diversi gli slanci solidali dei colleghi della baia e degli amici di Paolo Bonetti che, come tutti gli operatori balneari d’Italia, si preparava a ripartire per la stagione balneare più complicata di sempre.

L’incendio di sabato 30 maggio nel servizio di Lucio Cristino

ANCONA – Prima il Covid, poi l’incendio. Dopo il devastante incendio che ha incenerito lo chalet di Portonovo, ad Ancona diversi gli slanci solidali dei colleghi della baia e degli amici di Paolo Bonetti che, come tutti gli operatori balneari, si preparava a ripartire per la stagione balneare più complicata di sempre.

#noisiamoSpiaggiaBonetti. Un gruppo di amici ha fatto partire attraverso whatsapp una catena di solidarietà per dare un contributo attraverso delle donazioni per la rinascita del locale. Il gruppo formato da oltre 250 persone denominato “#noisiamoSpiaggiaBonetti ha voluto creare due possibilità per contribuire a fare le donazioni in base alle possibilità e alle volontà di ciascun individuo. Scrivono i promotori “Spiaggia Bonetti non è mai stata soltanto uno stabilimento balneare, un bar, un ristorante. Spiaggia Bonetti è e sarà sempre una casa, una famiglia, un sogno. Il legno brucia, il cuore e la magia no. Questa è una raccolta di persone amiche che vogliono aiutare Paolo Bonetti e la sua famiglia a ripartire e nessuno vuole emergere o farsi pubblicità, ma solo aiutarlo in tutte le maniere possibili comprendendo il suo attuale stato d’animo come da lui stesso ha scritto attraverso il suo profilo Facebook.
Per chi vuole partecipare può scegliere le modalità che preferisce per dare il proprio contributo.

Coordinate Conto SPIAGGIABONETTI Iban: IT86H0347501605000318172608
Conto 318172608
CAB 01605
ABI 03475
BIC INGBITD1

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response