“In emergenza e senza giornali da quattro anni”: la lettera a Mattarella – VIDEO

“E’ stato leso un diritto, pretendiamo una risposta”, così la vicesindaca di Visso Patrizia Serfaustini sulla questione dei “giornali fantasma” ormai da quattro anni nei paesi dell’Alto Nera colpiti dal sisma del 2016. Cosa analoga accade anche ad Arquata del Tronto, altro comune raso al suolo dal sisma.

L’intervista con la vicesindaca di Visso

VISSO – “E’ stato leso un diritto, pretendiamo una risposta”, così la vicesindaca di Visso Patrizia Serfaustini sulla questione dei “giornali fantasma” ormai da quattro anni nei paesi dell’Alto Nera colpiti dal sisma del 2016. Cosa analoga accade anche ad Arquata del Tronto, altro comune raso al suolo dal sisma. Il distributore Adriatica Press non avrebbe più convenienza a distribuire le copie dei quotidiani perché sarebbero troppo pochi i residenti dopo il terremoto. Con il paradosso che in alcuni comuni, tra cui Visso a Castelsantangelo sul nera (leggi anche http://www.etvmarche.it/2019/12/29/post-sisma-verso-il-quarto-anno-e-ancora-senza-giornali-la-lettera-se-la-situazione-non-sara-risolta-ci-rivolgeremo-alla-procura-video/) hanno riaperto le edicole delocalizzate, ma senza giornali. Della questione era anche stata informata la Regione Marche che si era mossa cercando un accordo con il distributore. Il quale aveva fornito un preventivo, qualora fosse stata la Regione stessa a coprire il “ricavo” mancante, aggiungendo anche altri otto comuni montani. Segno che anche questi rischiano di restare senza quotidiani. I centri che presto potrebbero non essere più raggiunti dall’informazione sono Caldarola, Belforte del Chienti, Pieve Torina, Muccia, Fiastra, Serrapetrona, Serravalle di Chienti e Valfornace. “Questo gravissimo atto – si legge nella lettera inviata a Mattarella – andrebbe a colpire 10 mila cittadini distribuiti in circa 630 mila metri quadrati di territorio collinare e montano della Regione Marche”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response