Nascondeva in casa reperti di epoca precolombiana, denunciato un ascolano

ASCOLI PICENO – Diciotto reperti archeologici di epoca precolombiana, provenienti dal Sudamerica (punte di lancia, figure devozionali e un vaso) per un valore stimato di svariate migliaia di euro, sono stati ritrovati all’interno di un’abitazione privata ad Ascoli Piceno.

Sono stati sequestrati, a seguito di una perquisizione, dai carabinieri di Ascoli Piceno unitamente a quelli del Nucleo tutela patrimonio culturale di Ancona, impegnati a contrastare il traffico illecito di reperti archeologici e beni culturali nel Piceno.

I reperti sono saranno sottoposti ad accurati accertamenti per appurare il Paese estero di provenienza e il canale di illecita importazione. L’ascolano che li deteneva illegalmente è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per ricettazione.

Leave a Response