Semaforo verde alla sua Giunta, Ceriscioli: “il mio destino è il professore” – VIDEO

ANCONA – Seppur non programmato, di sicuro è risultato simbolico. Il bilancio di mandato della Giunta Ceriscioli nel giorno del contagio 0 nelle Marche. E questo ha offerto il destro al Governatore per affondare sull’Osservatorio Salute che invece la finestra temporale del ‘nessun positivo’ l’aveva piazzata a fine giugno, anticipandola qualche giorno fa al 23 giugno.

Dunque i dati più credibili sulla curva epidemiologica del Covid nelle Marche sono stati quelli su cui ha lavorato la Regione. La pandemia è una delle due emergenze che la Giunta Ceriscioli ha dovuto affrontare durante la propria vita, l’altra è stata quella del sisma 2016.

Tanti semafori verdi nel rendiconto del presidente, simboli delle promesse elettorali mantenute e del programma di governo rispettato. Cultura e turismo, salvataggio di Aerdorica, diritto allo studio, politiche attive sul lavoro, sostegno all’innovazione e all’internazionalizzazione delle imprese, agricoltura e biodiversità, ambiente, raccolta differenziata e difesa del territorio. E poi l’uso dei fondi europei, gli investimenti in sanità, i cantieri del Nuovo Salesi e dell’ospedale di Fermo.

Tutto dentro un bilancio economico virtuoso, dentro il quale ci è scappata anche la manovra da 210 milioni per l’emergenza Covid. Non tutto è oro quello che luccica, ci sono semafori rossi (mancato collegamento A14-porto di Ancona e il contributo pro capite per il Trasporto pubblico locale) e gialli (E78 Fano-Grosseto e sostegno trasversale all’imprenditoria femminile).

Ceriscioli si autopromuove, ma non si ricandiderà alle Regionali che si stagliano all’orizzonte di settembre: “il mio destino è il professore”.

Leave a Response