Fase 2 tra chi esce e chi no, il timore è per il virus e il lavoro – VIDEO

ANCONA – Tra chi dopo due mesi di lockdown si concede una passeggiata e chi invece continua a ridurre le uscite allo stretto indispensabile, la fase 2 divide gli anconetani.

Ora che oltre ai motivi di lavoro, necessità, salute, si può anche uscire per far visita ai propri congiunti o per fare passeggiate e attività motoria, le persone lentamente cercano di ritrovare una parvenza di normalità, ma nel rispetto delle regole che permettono di convivere con il virus evitando il diffondersi del contagio.

Oltre ai timori legati al coronavirus e a un possibile riaccendersi dell’epidemia, la fase 2 porta con sé anche la preoccupazione per il lavoro e la situazione economica del paese.

Leave a Response