Opposizioni in protesta al Comune di Ancona: “Si convochi il consiglio comunale”

ANCONA – I consiglieri Angelo Eliantonio (Fratelli d’ItaliaI), Daniele Berardinelli (Forza Italia), Antonella Andreoli, Maria Grazia De Angelis e Marco Ausili (Lega-Movimento Nazionale per la Sovranità) si sono riuniti davanti al comune dorico per chiedere di convocare il prima possibile un consiglio comunale, seppur online, a più di due mesi dall’ultima seduta.

Tra i temi su cui chiedono risposte e chiarimenti al Sindaco e alla giunta: la gestione dei buoni spesa, lo smaltimento rifiuti della Costa Magica, le soluzioni concrete per rilanciare il commercio, i decessi di Villa Almagià e la mancata consegna delle mascherine agli anconetani.

L’idea iniziale era quella di occupare simbolicamente l’ufficio del sindaco, ma la porta era chiusa, dunque la protesta si è spostata nell’aula consiliare dove i consiglieri hanno occupato i posti riservati alla giunta. Tutto è terminato verso le 13:15 con l’arrivo della convocazione del consiglio comunale per l’11 maggio, anticipata dalla rassicurazione del presidente del consiglio comunale Susanna Dini, che ha raggiunto i consiglieri in aula.

Non presente per scelta all’occupazione il consigliere di Altra idea di città, Francesco Rubini che però in un nota dichiara: “Fin da aprile abbiamo denunciato l’atteggiamento anti democratico della giunta Mancinelli e l’incapacità di garantire al consiglio comunale un funzionamento degno di permettere alle forze politiche di minoranza il sacrosanto diritto alla partecipazione alla scelte per la città. Malgrado questo non parteciperemo mai ad iniziative propagandistiche da parte di chi, come la destra locale e nazionale, per cultura politica, è di quanto di più lontano possa esserci dai principi di democrazia e partecipazione. “.

Leave a Response