Coronavirus: 32 morti in un giorno. Ceriscioli in quarantena. Ospedale: “lavoriamo sull’opzione traghetto” – VIDEO

ceriscioli su ètv coronavirus 25 miliardi conte

ANCONA – “Il Gores ci ha appena comunicato i decessi di oggi e le notizie sono veramente brutte – afferma il presidente della Regione Luca Ceriscioli – ancora una volta: nelle ultime 24 ore sono venute a mancare 32 persone e oggi abbiamo anche l’ufficializzazione di 4 decessi di pazienti residenti fuori regione e di 21 avvenuti nelle ultime tre settimane, che avevano diagnosi dubbie, oggi confermate”.

In totale le vittime sono 283, mentre la curva dei contagi osserva una flessione percentuale: dal 20% di aumento dei casi, negli ultimi due giorni si è scesi al 10% di aumento.

“Cari marchigiani – prosegue il presidente in quarantena -, la strada da percorrere è veramente difficile, ma noi continuiamo a mettere in campo tutte le soluzioni per fronteggiare questa emergenza. La vicinanza e l’affetto vanno a tutti coloro che soffrono e ai sanitari, che continuano a lavorare con grande impegno e grande senso di responsabilità”.

Dopo il sopralluogo di Guido Bertolaso, prosegue ‘Progetto 100’ per raccogliere risorse per realizzare entro i prossimi 10 giorni “la più grande rianimazione delle Marche”, ossia la struttura di 100 posti di terapia intensiva che la Regione realizzerà su un traghetto messo a disposizione dall’armatore anconetano Alberto Rossi. Decaduta quindi l’altra ipotesi del PalaIndoor di Ancona.

Leave a Response