Coronavirus: ipotesi rinvio in autunno delle elezioni regionali

Il governo pensa a un rinvio delle elezioni regionali, comunali e a termini piu’ lunghi anche per il referendum. In una bozza del decreto in possesso della Dire, tra le ipotesi della presidenza del Consiglio, si interviene sul mandato “degli organi elettivi regionali” che scade entro il 31 luglio 2020 prorogandolo di tre mesi visto il rischio sanitario, si legge in un lancio dell’agenzia di stampa Dire.

ANCONA – Il governo pensa a un rinvio delle elezioni regionali, comunali e a termini piu’ lunghi anche per il referendum. In una bozza del decreto in possesso della Dire, tra le ipotesi della presidenza del Consiglio, si interviene sul mandato “degli organi elettivi regionali” che scade entro il 31 luglio 2020 prorogandolo di tre mesi visto il rischio sanitario, si legge in un lancio dell’agenzia di stampa Dire. Le regionali attese al voto in primavera sono Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia. Le elezioni dei consigli comunali sono invece fissate “in una domenica compresa tra il 15 ottobre e il 15 dicembre 2020”. Termini più lunghi anche per il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari: il termine entro quale e’ indetto “e’ fissato in duecentoquaranta giorni dalla comunicazione dell’ordinanza che lo ha ammesso”.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response