Ucciso a coltellate e abbandonato in campagna – VIDEO

Una sagoma nell’erba in una chiazza di sangue: la scoperta fatta da un passante nell’aria fredda del primo mattino a Porto Sant’Elpidio, in campagna. Procedono serrate le indagini dei Carabinieri sulla morte di Mihaita Radu, 31 anni, giovane originario della Romania ma residente da tempo nel Fermano e lavorava come operaio in un’azienda del calzaturiero della zona.

Il servizio di Linda Cittadini, con le immagini di Simone Zezza

PORTO SANT’ELPIDIO – Una sagoma nell’erba in una chiazza di sangue: la scoperta fatta da un passante nell’aria fredda del primo mattino a Porto Sant’Elpidio, in campagna. Procedono serrate le indagini dei Carabinieri sulla morte di Mihaita Radu, 31 anni, giovane originario della Romania ma residente da tempo nel Fermano e lavorava come operaio in un’azienda del calzaturiero della zona.Era separato ed era papà di un bambino. Sarebbe stato accoltellato alle spalle e lasciato morire abbandonato in campo, poco lontano dalla strada.Le indagini sono a 360 gradi, andando a scandagliare anche la vita dell’uomo e le sue relazioni. 

Sul luogo del ritrovamento sono arrivati il 118 e i carabinieri, che indagano per omicidio.E’stata disposta l’autopsia che potrà chiarire almeno l’orario della morte. Ancora da capire se sia stato colpito in un altro luogo e poi sia stato portato in campagna: diversi sono gli interrogativi che aleggiano sull’efferato fattaccio. Le forze dell’ordine hanno allestito un’imponente caccia all’uomo con controlli a tappeto nell’area  e posti di blocco estesi per diversi chilometri e lungo la Statale Adriatica. 

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response