Stanziate le risorse per l’intervalliva Tolentino-San Severino Marche

Intervalliva Tolentino-San Severino: il CIPE ha stanziato 90 milioni di Euro per la realizzare questa infrastruttura ma trattandosi di un progetto preliminare è possibile verificare eventuali soluzioni tecnico-economiche alternative, ne dà notizia Mauro Coltorti, senatore del M5S

TOLENTINO – Intervalliva Tolentino-San Severino: il CIPE ha stanziato 90 milioni di Euro per la realizzare questa infrastruttura ma trattandosi di un progetto preliminare è possibile verificare eventuali soluzioni tecnico-economiche alternative, ne dà notizia Mauro Coltorti, senatore del M5S. Il tracciato previsto dall’accordo di programma tra i Comuni, la Provincia di Macerata e la Regione Marche inizia come variante della SP 127 ad est di San Severino. Chi viene dalla SR 502 Cingoli o dalle zone ad ovest dell’Ospedale di San Severino dovrebbe percorrere la SR 361 Septempedana sino alla zona industriale Taccoli e una bretella sino all’inizio della variante. Dopo un lungo rettilineo EO ed una ampia curva una galleria permette di superare il crinale e raggiungere la periferia di Tolentino ed una rotatoria “urbana”, per poi proseguire con una seconda galleria verso la vecchia SP 127 ad ovest di Tolentino. Un viadotto ed uno svincolo permetterebbero il raccordo con la SS77. Il costo del tracciato sarebbe di circa 100-120 milioni. All’imbocco nord della galleria è però presente una grande frana la cui bonifica comporterebbe un netto aumento dei costi e la seconda galleria si sviluppa al di sotto di abitazioni la cui stabilità potrebbe essere compromessa.

Il CIPE ha stanziato 90 milioni di Euro per la realizzare questa infrastruttura ma trattandosi di un progetto preliminare è possibile verificare eventuali soluzioni tecnico-economiche alternative. Il tracciato previsto dall’accordo di programma tra i Comuni, la Provincia di Macerata e la Regione Marche inizia come variante della SP 127 ad est di San Severino. Chi viene dalla SR 502 Cingoli o dalle zone ad ovest dell’Ospedale di San Severino dovrebbe percorrere la SR 361 Septempedana sino alla zona industriale Taccoli e una bretella sino all’inizio della variante. Dopo un lungo rettilineo EO ed una ampia curva una galleria permette di superare il crinale e raggiungere la periferia di Tolentino ed una rotatoria “urbana”, per poi proseguire con una seconda galleria verso la vecchia SP 127 ad ovest di Tolentino. Un viadotto ed uno svincolo permetterebbero il raccordo con la SS77. Il costo del tracciato sarebbe di circa 100-120 milioni. All’imbocco nord della galleria è però presente una grande frana la cui bonifica comporterebbe un netto aumento dei costi e la seconda galleria si sviluppa al di sotto di abitazioni la cui stabilità potrebbe essere compromessa.

I gruppi 5 Stelle di San Severino e Tolentino hanno inviato alla Commissione Infrastrutture del Senato, ed al Prof. Maurizio Bocci dell’Università Politecnica delle Marche un progetto ANAS degli anni ’90, rivisitato dall’Arch. Giuseppe Ballini. L’intervalliva inizierebbe all’incrocio della SR 361 con la SR 502, attraverserebbe la SP 127 per poi dirigersi verso sud attraversando in galleria il valico di Cusano, proseguendo sino allo svincolo di Tolentino ovest sulla SS77. Il costo del tracciato sarebbe di circa 60 milioni.

Il tracciato alternativo presenta: 1. minor lunghezza; 2. minor pendenza; 3. una sola galleria; 4. assenza di movimenti franosi; 5. raccordo diretto sulla SS77 con uno svincolo già esistente, evitando il traffico urbano di Tolentino; 6. innesto in corrispondenza dell’incrocio tra la SR 361 e la SR 502 con riduzione di traffico sulla SR361; 7. costo complessivo nettamente inferiore ed all’interno della disponibilità finanziaria.

Il nuovo tracciato è stato inviato alla Quadrilatero ed all’ANAS. Con il Prof.Bocci, che sostiene il nuovo progetto abbiamo incontrato Provincia e Comune di San Severino. Purtroppo il Sindaco di Tolentino non ha voluto neppure visionare il nuovo progetto. Rassicuriamo che non si vuole rallentare l’opera ma ai fini di una scelta è obbligatorio trovare le migliori soluzioni. E’ inoltre indispensabile che si informi la cittadinanza. Così il Prof.Mauro Coltorti, Presidente della Commissione Infrastrutture del Senato ed i Consiglieri del M5S di San Severino e Tolentino.

. Il tracciato previsto dall’accordo di programma tra i Comuni, la Provincia di Macerata e la Regione Marche inizia come variante della SP 127 ad est di San Severino. Chi viene dalla SR 502 Cingoli o dalle zone ad ovest dell’Ospedale di San Severino dovrebbe percorrere la SR 361 Septempedana sino alla zona industriale Taccoli e una bretella sino all’inizio della variante. Dopo un lungo rettilineo EO ed una ampia curva una galleria permette di superare il crinale e raggiungere la periferia di Tolentino ed una rotatoria “urbana”, per poi proseguire con una seconda galleria verso la vecchia SP 127 ad ovest di Tolentino. Un viadotto ed uno svincolo permetterebbero il raccordo con la SS77. Il costo del tracciato sarebbe di circa 100-120 milioni. All’imbocco nord della galleria è però presente una grande frana la cui bonifica comporterebbe un netto aumento dei costi e la seconda galleria si sviluppa al di sotto di abitazioni la cui stabilità potrebbe essere compromessa.

I gruppi 5 Stelle di San Severino e Tolentino hanno inviato alla Commissione Infrastrutture del Senato, ed al Prof. Maurizio Bocci dell’Università Politecnica delle Marche un progetto ANAS degli anni ’90, rivisitato dall’Arch. Giuseppe Ballini. L’intervalliva inizierebbe all’incrocio della SR 361 con la SR 502, attraverserebbe la SP 127 per poi dirigersi verso sud attraversando in galleria il valico di Cusano, proseguendo sino allo svincolo di Tolentino ovest sulla SS77. Il costo del tracciato sarebbe di circa 60 milioni. Il tracciato alternativo presenta: 1. minor lunghezza; 2. minor pendenza; 3. una sola galleria; 4. assenza di movimenti franosi; 5. raccordo diretto sulla SS77 con uno svincolo già esistente, evitando il traffico urbano di Tolentino; 6. innesto in corrispondenza dell’incrocio tra la SR 361 e la SR 502 con riduzione di traffico sulla SR361; 7. costo complessivo nettamente inferiore ed all’interno della disponibilità finanziaria.

“Il nuovo tracciato è stato inviato alla Quadrilatero ed all’ANAS. Con il Prof.Bocci, che sostiene il nuovo progetto abbiamo incontrato Provincia e Comune di San Severino. Purtroppo il Sindaco di Tolentino non ha voluto neppure visionare il nuovo progetto. Rassicuriamo che non si vuole rallentare l’opera ma ai fini di una scelta è obbligatorio trovare le migliori soluzioni. E’ inoltre indispensabile che si informi la cittadinanza”, così il prof.Mauro Coltorti, Presidente della Commissione Infrastrutture del Senato ed i Consiglieri del M5S di San Severino e Tolentino.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response