Il migrante detective: “Hanno ucciso mia madre. Sono fuggito dalla mafia” – VIDEO

A 20 anni è fuggito dalla Nigeria dopo che i militanti dei Black Axe gli hanno ucciso la madre. Reclutato in uno dei gruppi più cruenti della mafia nigeriana, si è rifiutato, con conseguenze mortali per la sua famiglia.

Oggi, con un permesso di soggiorno per motivi umanitari, aiuta gli anziani fuori da un supermercato di Ancona, racimolando pochi euro per sopravvivere.

Christopher (nome di fantasia) è il migrante detective che ha rincorso e bloccato un maghrebino di 23 anni che aveva messo a segno un furto nel punto vendita, incassando il plauso della Polizia.

“Spero solo in una vita migliore e in un lavoro. In Nigeria ero saldatore professionista, ma va bene qualsiasi occupazione”.

Guarda il video racconto di Lucio Cristino:

Leave a Response