Ancona, due sorelle coraggiose sbattono fuori dal negozio il rapinatore: arrestato

Entra nel negozio e minaccia la figlia della titolare con il taglierino che tiene in mano “Dammi i soldi”, lei desiste e mentre lui si avvicina alla casa arriva la sorella. Insieme lo sbattono fuori dal negozio e non volendo, lo consegnano ai Carabinieri, che con una pattuglia passano proprio in quel momento in via Giordano Bruno

ANCONA – Entra nel negozio e minaccia la figlia della titolare con il taglierino che tiene in mano “Dammi i soldi”, lei desiste e mentre lui si avvicina alla casa arriva la sorella. Insieme lo sbattono fuori dal negozio e non volendo, lo consegnano direttamente ai Carabinieri, che con una pattuglia passano proprio in quel momento in via Giordano Bruno. Le coraggiose protagoniste, loro malgrado, di questo sabato pomeriggio piuttosto movimentato sono Cristina e Patrizia Guardianelli dello storico negozio di bomboniere del quartiere Piano San Lazzaro. Scemata l’adrenalina, dopo i momenti di paura, una di loro è stata soccorsa da un’ambulanza della Croce Gialla di Ancona e le sue condizioni non destano preoccupazione.

Il rapinatore. L’uomo arrestato è un italiano di 43 anni, originario di Roma ma residente ad Ancona. E’ stato portato dai Carabinieri in carcere a Montacuto con l’accusa di tentata rapina aggravata.

Linda Cittadini

Giornalista professionista dal 2009, lavora per E'tv Marche, il canale 12 del digitale terrestre occupandosi di tg e approfondimenti tra cui "Sibilla, le voci della ricostruzione", progetto editoriale dell'emittente che ogni mercoledì alle 21,30 racconta la nuova vita delle persone e dell'Appennino centrale, dopo il terremoto del 2016.

Leave a Response