Perseguita dal carcere una giovane di Senigallia, Jurgen Mazzoni di nuovo a processo

SENIGALLIA – Nuovo processo per Jurgen Mazzoni, il 43enne senigalliese condannato nel 2002 per l’omicidio della moglie Federica Gambardella e, nel maggio 2018, per gli atti persecutori inflitti a una senigalliese molto più giovane di lui.

È di nuovo la ragazza la parte offesa nel procedimento che lunedì si è discusso davanti al gup Francesca De Palma. Mazzoni, infatti, a novembre 2018 sarebbe riuscito, pur essendo all’epoca recluso nel carcere di Montacuto, a far arrivare alla ragazza un carillon come regalo di compleanno. Un modo, stando alla procura, di incutere terrore alla vittima e costringerla ancora una volta a mutare le sue abitudini quotidiane.

Con l’accusa di stalking, Mazzoni è stato rinviato a giudizio. Il processo inizierà il prossimo 6 maggio di fronte al giudice .

Leave a Response