Freddo a primavera, siccità tra estate e autunno. Il meteo 2020 secondo le cipolle

ANCONA – Prevede freddo fino a primavera e siccità per l’estate-autunno, il calendario delle cipolle 2020 elaborato da Alfio Lillini. Per stilarlo l’ex ferroviere jesino esperto nella lettura dell’ortaggio, segue alla lettera l’antica tradizione contadina che è un po’ l’antesignana del più scientifico e moderno servizio di meteorologia.

Seguendo la procedura tramandata dalla saggezza popolare, anche quest’anno il pensionato ha esposto all’esterno, in terrazzo, una cipolla ridotta in quattro quarti e poi in 12 spicchi su un tagliere rivolto a nord. Partendo dall’osservazione della volta stellata, intanto Lillini ha dedotto con “il 2019 si è chiuso con la luna buona di Natale, la luna calante, che è di buon augurio per un ottimo 2020. Ma il 2020 è bisestile e quindi funesto. – mette in guardia l’esperto jesino nella sua relazione – Faremmo bene a non aspettarci un anno fertile e prosperoso”.

Le cipolle sezionate raccontano in più che quest’anno non ci saranno “le mezze stagioni. Il freddo ci accompagnerà fino alla fine di aprile – spiega ancora Lillini – da giugno avremo sole, caldo, afa non mancheranno così come a luglio. Agosto non sarà il solito mese di caldo e sereno perché sarà un po’ variabile come pure settembre-ottobre con poca acqua. Freddo da novembre e l’arrivo dell’inverno vero da dicembre”.

Leave a Response